Come il resto del nostro corpo, i nostri denti, le nostre ossa riflettono il nostro stato d'animo. Il dolore dei denti sono le parole dell'anima. La nostra bocca è il portale alla nostra profondità. È il confine tra esterno e interno e i nostri denti sono lo specchio della nostra esperienza.

I denti sono lo strumento che ci permette di articolare le nostre parole e allo stesso tempo una barriera che le parole dovrebbero sapere scavalcare. Quando noi non osiamo  pronunciare, le parole rimangono tra i denti e finiscono per fare male (cavità, infezioni, occlusioni...). Questi disturbi sono la manifestazione di una carica emotiva che non è stata rilasciata dalla parola.

Le ossa sono la nostra struttura interna. Esse rappresentano le nostre convinzioni, i nostri guadagni. L'osteoporosi è la manifestazione di dubbio interiore che rode le nostre basi. Ad un livello più profondo, le ossa rappresentano la nostra struttura profonda.  Il tessuto della nostra anima. Quello che ci sostiene e ci sorregge nelle situazioni difficili. Nel giorno della nostra morte, tante cose imparate vanno a svanire perché non saranno completamente integrate nel nostro essere. Rimarrà solido solo quello che farà definitivamente parte del tessuto della nostra anima.

Durante questi due giorni lasceremo le nostre ossa e i denti parlare per noi sia al livello fisico che al livello sottile. Impareremo a rafforzare il tessuto della nostra anima. Impareremo a usare come uno schermo del nostro corpo per vivere più pienamente.

-  Il problema della retrazione delle gengive.
-  Esploreremo ciascuno dei denti e il suo messaggio.
-  Scopriremo la bocca come un'orchestra del nostro corpo.
-  Le ossa sono un riflesso della nostra struttura interna.”

Individuare e scogliere le cristallizzazioni mentale del nostro corpo

Individuare e scogliere le cristallizzazioni mentale del nostro corpo